La riforma del gioco d’azzardo pubblico

2 Mar 2014 by fiendcasino, Commenti disabilitati su La riforma del gioco d’azzardo pubblico

Certamente “il cuoco” Matteo Renzi si troverà sulla tavola parecchie “cose” da fare per quello che riguarda la riforma del gioco pubblico: regolamentazione del poker live, richiesta di apertura di nuovi Casinò in Sicilia, attivazione di un tavolo per quelli già esistenti, finanziamento per l’ingresso della ludopatia nei livelli di assistenza. Davvero “tanta carne al fuoco” e con il nuovo Governo Renzi dovrà abbandonare le sue idee sul gioco pubblico in generale che come Sindaco di Firenze aveva così ben esternato e dovrà invece affrontare il tutto con un’altra ottica, quella del Capo del Governo, riflettendo bene su tutte quelle sfaccettature che il comparto intero del gioco può “produrre”e su tutto ciò che sempre il comparto intero può “portare” allo Stato: la sua ottica dovrà quindi cambiare ed anche i suoi “pensieri e parole”…. poiché il suo ruolo è decisamente cambiato.

Si spera che il Ministro dell’Economia attuale, Pier Carlo Padoan, mantenga come sottosegretario Alberto Giorgetti che attualmente detiene la delega al gioco ed al quale i concessionari statali guardano con fiducia avendo lo stesso riconosciuto il lavoro portato avanti con professionalità dal comparto ed essendosi espresso anche favorevolmente al non inasprimento della tassazione in modo incontrollato nei confronti del mondo del gioco pubblico. Le speranze in Giorgetti “si allargano” nei confronti di Beatrice Lorenzin, alla Salute, alla quale spetta il compito di “sbloccare” l’ingresso della dipendenza da gioco nei livelli essenziali di assistenza, ingresso già previsto dalla legge Balduzzi, ma mai attuato per mancanza di fondi.

Comments are closed.

 

 

 

Follow Me!

Follow Me! Follow Me! Follow Me! Follow Me!